Tortine di fragola

Tortine di fragola con fondo crudista

Delle tortine buonissime e super sane
Preparazione30 min
Cottura15 min
30 min
Tempo totale1 h 15 min
Portata: Dessert, dolce, frutta, merenda
Cucina: europea
Keyword: datteri, dessert light, fiocchi d'avena, fragole, merenda, semi di chia, semi di girasole
Porzioni: 6 porzioni
Calorie: 227kcal

Equipment

  • frullatore

Ingredienti

Per il fondo crudista

  • 100 gr. fiocchi d'avena senza glutine
  • 100 gr. datteri peso da denocciolati
  • 20 gr. semi di girasole
  • 10 gr. semi di chia
  • 1 vaniglia un pizzico di aroma
  • 1 Cc sciroppo d'acero
  • Acqua se serve per amalgamare

Per la crema pasticcera vegana

  • 400 ml bevanda d'avena o altra a tua scelta
  • 1 cc agar agar
  • 40 gr. maizena amido di mais
  • 40 gr. zucchero a tua scelta
  • 1 Cc vaniglia
  • 1 pizzico di curcuma

Frutta per decorare

  • Fragole usa la frutta che desideri

Istruzioni

Per il fondo crudista

  • Se hai i datteri morbidi procedi con la ricetta, se invece ce li hai secchi mettili in ammollo per almeno 30 minuti in acqua calda. Scola e procedi con la ricetta.
  • In un frullatore inserisci tutti gli ingredienti per il fondo e frulla fino ad ottenere una consistenza ancora grumosa ma amalgamata.
  • Leva il composto e lascialo riposare per 10 minuti. Prepara nel frattempo i contenitori per le tortine.
  • Preleva una parte di composto e disponilo nei pirottini per ottenere il fondo delle tortine.
  • Metti in frigorifero mentre prepari la crema pasticcera vegana.

Per la crema pasticcera vegana

  • Versa tutti gli ingredienti in una pentola.
  • Mischia per bene e controlla di avere levato tutti i grumi della maizena e dell'agar agar.
  • Accendi il fuoco e porta a bollore. Spegni quando densa e lascia raffreddare.
  • Una volta fredda mettila in ogni tortina e decora con le fragole.
  • Se vuoi rendere la superficie delle tortine lucide metti in un pentolino 1 dl di acqua fredda, 1/2 cucchiaino di agar agar e il succo di mezzo limone. Porta a leggero bollore e spolvera la superficie di ogni tortina, in questo modo la frutta non ossiderĂ .